About

Chi l’ha detto che gli Italiani non sono più disponibili a fare certi tipi di lavoro? Qui i nomi e i cv di Italiani che sono immediatamente disponibili a lavorare. Purché retribuiti e con un contratto. Lavorare gratis no. Perché servono i soldi per mangiare.

Io mi ci metto per primo. Mi chiamo Marco Mozzoni e sono un cittadino Italiano. Incensurato. Sono disponibile a lavorare immediatamente. Accetto qualsiasi lavoro, purché pagato regolarmente. Sono in ottima salute e prestante. Questo è il mio curriculum (in Italianoin Inglese). Prendete solo i dati che vi servono, il resto non consideratelo per niente. Io indico tutto quello che ho fatto, per trasparenza. Per esempio: se serve una persona diplomata per fare il commesso al super, io il diploma ce l’ho. Anche la terza media, se serve solo quello.

Annunci

5 thoughts on “About

  1. Caro dott. Mozzoni, lei è un insensato, un disadattato, una catastrofe insomma. Vuole lavorare. Ma a che pro ? Si guardi intorno.
    C’era l’Udc, da anni, e Lei non l’ha considerato sufficientemente attraente. Anche CL, eppure niente. O che so una bella cooperativa di non servizi a non bisognosi. Un parente utile, ma lei telefona ai parenti, chiede?? Ma nemmeno un parentucolo, perbacco, che sia vicesindaco di qualche paesello nella bassa milanese.
    Ora non Le rimane che farsi imprigionare, faccia qualcosa di non troppo offensivo ma penalmente rilevante. Poi, chieda di poter essere assegnato ai servizi di rieducazione, di voler rientrare nella società, ed ecco che come per magia le verrà assegnato un posto, che so al verde pubblico.

    Smetta di essere patentemente onesto. Si adatti o si adagi, ma eviti di sottoporci domande irricevibili.
    Può candidarsi nei Grillini, chissà mai che la vogliano.

    con fraterna disaffezione.
    Un tagliatore di Test.

    • Intanto, caro Ed-Way, come diceva Cusani a un giornalista quale lei è, “io qui non sono il Dottor Cusani ma il detenuto Cusani”. Per cui, inizi a non chiamarmi Dottore ma col titolo che mi è proprio, quello del sangue: Mozzoni. In fatti, noto senza eccessivo stupore che siamo lì lì a girare e rigirare tutti quanti intorno a quel luogo di redenzione. Oggi col pensiero, domani chissà… Lei dice bene: “Ora non Le rimane che farsi imprigionare, faccia qualcosa di non troppo offensivo ma penalmente rilevante. Poi, chieda di poter essere assegnato ai servizi di rieducazione, di voler rientrare nella società, ed ecco che come per magia le verrà assegnato un posto”… Questo ci stanno insegnando dai piani alti. L’onestà – se mai ha pagato – di questi tempi non è che un marchio infamante. E gl’Italiani onesti che si sentono in dovere di saldare il debito, pagando le tasse per intero, alla prima difficoltà vengono perseguiti peggio dei criminali da certi enti, con minacce che “se ha già pagato faccia finta che non lo abbiamo scritto”… Solo un punto del suo profondo e raffinato discorrere non mi vede d’accordo, quando lei dice “si adatti o si adagi”. Giammai! Fin che anelito di vita resterà in corpo e barlume di intelletto lì innanzi, a illuminar la via, pur scemato a flebile tremulo brillio, starò ben saldo e sui miei piedi, non su spallucce di giganti paraculi. In quanto ai grilli, preferisco udirne il canto in mezzo ai prati, al momento. In futuro, si vedrà.
      Grato e riconoscente.
      Divotamente Suo,
      Mozzoni

  2. Caro Mozzoni, lei a tutto oggi risulta, se non erro per lo meno docente,direttore responsabile e professore a contratto presso nota universitá Milanese. Come mai é alla ricerca di lavoro? Ad ogni modo ricordi sempre che Italia chi é onesto prima o poi verrá scoperto!
    Cordiali saluti

    • Caro aluong,
      le rispondo con piacere: perché con tutto quello che sto facendo non riesco a tirare la fine del mese. Non scherzo. Tanto impegno (e tanto prestigio, certo, per alcuni degli incarichi che uno può vedere sui cv che metto a disposizione in totale trasparenza) per poco niente. E col prestigio – ho imparato a mie spese purtroppo – non si mangia.
      Due parole su BrainFactor, che è una mia cara creatura e ci tengo: “tutti la vonno e nessuno se la pija”, come dicono a Roma. Anche lì, tanto impegno disinteressato, in spirito di servizio da parte di quanti scrivono articoli cercando sempre di mantenere standard degni di una testata che si rivolge a lettori diversificati ma tutti qualificati e giustamente esigenti. Pubblicità? A parte gli adsense di google, che non riescono nemmeno a coprire le spese dell’hosting, nulla. Sarebbe facile e comodo bussare alla porta della farmaceutica di turno, ma poi diventeremmo giocoforza l’ufficio stampa di quella azienda e da subito perderemmo la credibilità e la libertà di analisi critica che ci distingue fra gli altri.
      In merito al “quando in Italia scopriranno gli onesti”, spero davvero prima che poi…
      Grazie per il commento, che apprezzo molto per franchezza e onestà intellettuale.
      marco

  3. La cosa é preoccupante:se uno con i suoi titoli non arriva a fine mese non la vedo bene per gli altri. Qui in Italia almeno. Sulla scoperta degli onesti non so cosa sperare: nel paese dove imperano i disonesti e magari pure pregiudicati, non so cosa faranno agli onesti quando li scopriranno! Stia bene : le auguro un domani migliore grazie alla sua conoscenza e ai suoi meriti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...